Jacopo Scassellati

© Besharat Gallery


GALERIE BESHARAT
40 Grande Rue
77630 Barbizon – France
JACOPO SCASSELLATI – FRAMMENTI DELL’ESSERE
a cura di Giuseppe Bacci
25 aprile – 30 giugno 2015


Negli ampi spazi della GALERIE BESHARAT, 40 Grande Rue a Barbizon - Francia, fino al 30 giugno 2015, si potrà ammirare la mostra Jacopo Scassellati, Frammenti dell’essere, curata da Giuseppe Bacci. L’inaugurazione, Sabato 25 Aprile 2015 alle ore 18.00, accompagnata da un concerto del pianista Franck Ciup che ha eseguito frammenti di Chopin, Bach e proprie composizioni intervallate da brani lirici, si è protratta fino a tarda notte ed ha visto la partecipazione di numerosissimi visitatori.
GALERIE BESHARAT nella sua prestigiosa sede ha ospitato un nucleo di opere realizzate dal giovane Jacopo Scassellati (Sassari 1989), riconosciuto come una delle giovani promesse dell’arte italiana contemporanea, stimato da numerosi colleghi pittori, più volte accostato ai grandi maestri del passato. Il cammino artistico intrapreso da Jacopo Scassellati, “un giovane e promettente Maestro”, ha posto un seme importante: una mostra personale che partita dall’Italia, da Ascoli Piceno, lo ha portato a varcare i confini d’oltralpe a Barbizon - villaggio a 60 chilometri a sud-est di Parigi, nelle vicinanze del castello e della foresta di Fontainbleau, divenuto celebre quale meta turistica e ritiro di pittori famosi della Scuola di Barbizon, come Millet, Rousseau, Corot e Daubigny - per poi approdare ad Atlanta in America. La mostra, che riunisce una quarantina di opere molte delle quali di grande formato e realizzate appositamente per questa occasione, condivide e sa dare forma a temi cari al territorio, come dimostrano, ad esempio, le molte immagini legate alle battaglie e al cavallo.
Si tratta della prima esposizione personale all’estero di Jacopo Scassellati, che ha raccolto plausi e consensi, dimostrando una straordinaria abilità pittorica. Per l’artista sardo, infatti, la pittura è stato uno dei principali strumenti d’esplorazione, vissuto nel solco della tradizione, ma, al tempo stesso, aperto e sensibile alle dinamiche delle più avanzate indagini artistiche contemporanee. Nell’esposizione Frammenti dell’essere l’arte di Jacopo Scassellati, volendo evidenziare i contenuti con la bellezza delle forme, non spinge verso desideri ancestrali, ma comunica con chiarezza ed efficacia gli eventi reali in un eterno gioco di luci e di ombre. Scrive, in proposito, il curatore Giuseppe Bacci nel catalogo antologico: “Nelle opere di Jacopo Scassellati la componente notte predomina, così che le inquietudini umane e i timidi rimorsi si dissolvono pittoricamente nella notte più chiara del giorno. Noi subiamo ancora la notte del mondo, ma sappiamo che in pittura è più chiara del giorno e basta una fiammella a vincerla, pertanto non c’è lotta: la luce irrompe e basta. Riaffiora, così, la serenità quando s’incontra nuovamente la quiete dell’infinito dopo la tormentata notte dell’eclissi, cosicché la pittura di Jacopo Scassellati si fa segno di luce e il cammino della sua ricerca è un incedere, è un rinascere oltre ogni notte”.
La mostra parigina approderà ad Atlanta (USA), nella Besharat Gallery, nel settembre 2015.


Dalla rete: